16 maggio 2019 – SEA Borgaro

Bruno Gambarotta “Storie di città”. Pomeriggio intenso iniziato in compagnia della simpatica attrice Federica Tripodi che, giunta puntualissima, si è avventurata  nella residenza da sola raggiungendo il salone preposto all’incontro per conoscere il pubblico conversando amabilmente con esso, mentre altri volontari erano all’esterno ed altri ancora andavano avanti ed indietro ad accompagnare altri anziani ed a portare l’occorrente per la merenda insieme… Il tutto sotto gli occhi della signora della reception che con occhi felici e soddisfatti seguiva i preparativi senza avvisare degli arrivi degli uni e degli altri che non si trovavano: una gag iniziale “emozionante” che è poi continuata con le interessanti e divertenti letture successive. Federica interagiva con i presenti ponendo domande e facendo considerazioni, e gli stessi rispondevano a tono e con battute esilaranti stimolati anche dall’uso del dialetto piemontese molto accentuato col quale spesso si introducevano e si continuavano le osservazioni. Era tale il divertimento che, durante lo spettacolo arrivavano altre persone da saloni vicini con parenti in visita e il pubblico era in continuo divenire… Il tempo è stato usato in modo partecipato e diverso, donando spensieratezza e ricordi piacevoli tornati in memoria in modo spontaneo stimolati dall’eclettica ed applauditissima  Federica Tripodi.

17 maggio 2019 – SEA Gassino

Bruno Gambarotta “Storie di città”. Ci ritroviamo nell’accogliente locale dell’Associazione “Il nostro Tempo” di San Raffaele Cimena e il pubblico è formato da soci e da nostri assistiti, la maggior parte dal gruppo che segue ogni evento. L’attrice Federica Tripodi racconta, legge ed interpreta diversi racconti da “Le storie di città di Felice Pautasso” e da subito attira l’attenzione delle persone introducendoci nella città di Torino, con i suoi rumori e le caratteristiche dei suoi abitanti “bugianen”. Leggendo e recitando non tralascia di colloquiare con il pubblico per far trovare differenze ed analogie con la vita nei nostri paesi della seconda cintura. L’atmosfera che sa creare, la forte capacità comunicativa, lo spiccato accento piemontese diverte molto il pubblico, che si sente anche molto coinvolto nelle storie e nei personaggi, per esempio la madama Pautasso e la signora nella sala di attesa del medico. Al termine si svolge la consueta merenda e gli ospiti piacevolmente colloquiano con la bravissima e professionale Federica. Successivamente una nostra assistita ha prodotto un simpatico testo su questo incontro.

23 maggio 2019 – SEA Cambiano

Sanguineti – Eco – Calvino “Le interviste impossibili”. Giovedì 23 maggio ’19 alle h 10 ci troviamo nel salone della Casa di Riposo “Vincenzo Mosso” di Cambiano per assistere alla lettura  de “Le Interviste Impossibili”. La scelta è caduta sulle interviste a: “L’uomo di Neanderthal” di Italo Calvino, a “Pietro Micca”, a “Beatrice di Dante” di Umberto Eco e l’intervista “a Dio”. Gli attori prima d’iniziare hanno spiegato in modo lieve e comprensibile  i testi delle letture che avrebbero affrontato. Silvia Nati e Mattia Mariani sono stati bravissimi e anche molto divertenti. Le persone presenti hanno dimostrato di apprezzarli molto. Gli applausi sono stati numerosi. Al termine della lettura gli attori si sono intrattenuti con il pubblico che aveva piacere di complimentarli. La lettura che hanno gradito di più è stata quella su Pietro Micca. Gli ospiti della Casa di Riposo amerebbero ripetere l’esperienza più che positiva di “insieme… ad alta voce”. Al termine è stato offerto dalla Casa di Riposo un rinfresco.

Progetto “Insieme… ad alta voce” – Commenti 8