Antonio Cadau ci ha lasciati.
Ascoltando e leggendo i dati dei decessi provocati dal Coronavirus, ci siamo quasi assuefatti al lutto per una società che sta morendo. Ma quando questo maledetto virus ci porta via improvvisamente un amico, un uomo giusto e saggio, una persona che ha dedicato gli ultimi suoi anni ad aiutare gli anziani, i deboli e i bisognosi, allora ci pare di vivere un mondo brutalmente crudele. Il suo impegno è stato così importante per gli altri, che è difficile pensare ora di poter proseguire la sua missione con la continuità che Antonio desiderava.
Dalle sue parole e dai suoi comportamenti Antonio emanava l’esperienza e il sapere raccolti in una vita mai sazia di impegni. Dopo una non facile infanzia in Sardegna, l’arrivo in Piemonte come Direttore Amministrativo nella scuola elementare statale, ruolo che alcuni insegnanti, direttori e ispettori di allora, ricordano con simpatia per la sua capacità di relazione. Capacità e competenze poi messe al servizio dei giovani nell’organizzazione di vacanze e viaggi di studio in un’epoca in cui realizzarli non era così abituale.
Ma tutto il suo percorso è stato dedicato agli altri.
Da Volontario del Servizio Emergenza Anziani nell’appena nata SEA delle Colline Alfieri, di cui era ancora membro del Consiglio Direttivo, alla fondazione del Circolo INSIEME di Antignano, subito immaginato con la sua biblioteca, oggi ben fornita e molto frequentata.
Dalla direzione della Casa di Riposo di Antignano, a cui ha dedicato impegno e affetto in momenti di trasformazione non facili, alla Presidenza di SEA ITALIA, il coordinamento di tutte le Associazioni SEA del Piemonte: un impegno, questo, che ha continuato, dopo gli anni di Presidenza, come Consigliere e poi come Vicepresidente. La sua presenza in SEA ITALIA è stata indispensabile nel continuo rapporto con tutti i Presidenti associati, per fondare altre Associazioni SEA e cogliere i problemi di ciascuna a cui trovare soluzioni possibili.
E nel 2015 incontra Ferrere e, con la sua gentilezza e la sua saggezza, crea il “SEA 7colline”. È una iniziativa importante per Antonio Cadau e per tutti i cittadini del territorio.
Con il supporto del Comune e sulla matrice di SEA delle Colline Alfieri, raccoglie, non senza difficoltà, un primo gruppo di Volontari, a cui se ne aggregano altri richiamati dal suo spirito di servizio. È il suo capolavoro. L’impegno di tutti è ora di farla crescere come Antonio aveva immaginato, nel ricordo del suo senso di appartenenza e di sostegno ad una società che lui avrebbe voluto più equa e più saggia.
Ad Anna Maria e a Mariannina il ricordo e il rimpianto per un marito, un papà, un amico, un uomo buono e giusto.
Happy Ruggiero

Ciao Antonio